Accedi al sito precedente  
www.masciabruzzo.it
Aggiungi ai PreferitiArea Riservata   

MENU

NEWS
07/02/2020BASE SCOUT DI POGGIO UMBRICCHIO (TE)
Aggiornato il modulo di Assunzione di responsabilità per l’utilizzo della Base di Poggio Umbricchio.

(admin)


SITI SCOUT








LINKS

CONTATORE VISITE

BENVENUTI NEL SITO DEL M.A.S.C.I. ABRUZZO
PROGRAMMA SAN GIORGIO 2016 - ULTIME NEWS
adultiscout 12/04/2016

Carissimi,
l’organizzazione della Comunità di Vasto, ha messo a punto l’accoglienza e il programma completo del nostro "San Giorgio" regionale 2016.

Vi diamo le ultime news logistiche per la partecipazione.

- L’attività di sabato, si svolgerà, come noto, interamente in Piazza L. Valerio Pudente, saranno dunque disponibili dei bagni presso la parrocchia e la Sala Mattioli, entrambi in prossimità della piazza;
- Nelle vicinanze di Piazza L. Valerio Pudente è disponibile un parcheggio pubblico multipiano, su Corso Mazzini. La Comunità di Vasto ha concordato un prezzo di favore di 3 euro per la sosta intera giornata;
- La Comunità di Vasto ha predisposto degli stand per l’esposizione dei cartelloni dei vari Paesi. Gli espositori sono costituiti da reticolati metallici per ciscuna Comunità, predisposti per -appendere- i cartelloni. Gli stand, lo ricordiamo, dovranno essere presidiati da uno o due membri della Comunità (a turno) e da ospiti originari del rispettivo Paese;
- Coloro che pernotteranno a Vasto, presso l’Hotel Perozzi a Vasto Marina, potranno avere accesso in camere già dalle ore 14:00 di sabato;
- La sera di sabato 16 aprile la Comunità di Vasto ha previsto un momento di animazione dopo cena;
- IMPORTANTE: coloro che parteciperanno solo domenica 17 aprile, dovranno recarsi direttamente presso la Parrocchia Salesiana di San Giovanni Bosco per la registrazione dalle ’8:30 alle 09:00, per essere puntuali per la celebrazione eucaristica;
- Si prega di segnalare eventuali intolleranze alimentari o altre esigenze, direttamente a Giuliana, Magister della Comunità di Vasto.

A sabato.
Fraternamente, Paride
Allegati: Invito  

PASQUA 2016
adultiscout 25/03/2016

Carissimi,
vi auguro Buona Pasqua, con le parole di Papa Francesco, che ci richiamano al momento culmine del Giovedì Santo.

Fraternamente, Paride
Segretario Regionale d’Abruzzo

=====================

Cari fratelli e sorelle, buongiorno!
Ci stiamo avvicinando alla festa di Pasqua, mistero centrale della nostra fede. Il Vangelo di Giovanni – come abbiamo ascoltato – narra che prima di morire e risorgere per noi, Gesù ha compiuto un gesto che si è scolpito nella memoria dei discepoli: la lavanda dei piedi. Un gesto inatteso e sconvolgente, al punto che Pietro non voleva accettarlo. Vorrei soffermarmi sulle parole finali di Gesù: «Capite quello che ho fatto per voi? [...] Se io, il Signore e il Maestro, ho lavato i piedi a voi, anche voi dovete lavare i piedi gli uni agli altri» (13,12.14). In questo modo Gesù indica ai suoi discepoli il servizio come la via da percorrere per vivere la fede in Lui e dare testimonianza del suo amore. Gesù stesso ha applicato a sé l’immagine del "Servo di Dio" utilizzata dal profeta Isaia. Lui, che è il Signore, si fa servo!

Lavando i piedi agli apostoli, Gesù ha voluto rivelare il modo di agire di Dio nei nostri confronti, e dare l’esempio del suo «comandamento nuovo» (Gv 13,34) di amarci gli uni gli altri come Lui ci ha amato, cioè dando la vita per noi. Lo stesso Giovanni lo scrive nella sua Prima Lettera: «Da questo abbiamo conosciuto l’amore: Egli ha dato la sua vita per noi; quindi anche noi dobbiamo dare la vita per i fratelli [...] Figlioli, non amiamo a parole né con la lingua, ma coi fatti e nella verità" (3,16.18).

L’amore, quindi, è il servizio concreto che rendiamo gli uni agli altri. L’amore non sono parole, sono opere e servizio; un servizio umile, fatto nel silenzio e nel nascondimento, come Gesù stesso ha detto: «non sappia la tua sinistra ciò che fa la tua destra» (Mt 6,3). Esso comporta mettere a disposizione i doni che lo Spirito Santo ci ha elargito, perché la comunità possa crescere (cfr 1Cor 12,4-11). Inoltre, si esprime nella condivisione dei beni materiali, perché nessuno sia nel bisogno. Questo della condivisione e della dedizione a chi è nel bisogno è uno stile di vita che Dio suggerisce anche a molti non cristiani, come via di autentica umanità.

Da ultimo, non dimentichiamo che lavando i piedi dei discepoli e chiedendo loro di fare altrettanto, Gesù ci ha invitato anche a confessare a vicenda le nostre mancanze e a pregare gli uni per gli altri per saperci perdonare di cuore. In questo senso, ricordiamo le parole del santo vescovo Agostino quando scriveva: «Non disdegni il cristiano di fare quanto fece Cristo. Perché quando il corpo si piega fino ai piedi del fratello, anche nel cuore si accende, o se già c’era si alimenta, il sentimento di umiltà [...] Perdoniamoci a vicenda i nostri torti e preghiamo a vicenda per le nostre colpe e così in qualche modo ci laveremo i piedi a vicenda» (In Joh 58,4-5). L’amore, la carità è il servizio, aiutare gli altri, servire gli altri. C’è tanta gente che passa la vita così, nel servizio degli altri. La settimana scorsa ho ricevuto una lettera di una persona che mi ringraziava per l’Anno della Misericordia; mi chiedeva di pregare per lei, perché potesse essere più vicina al Signore. La vita di questa persona è curare la mamma e il fratello: la mamma a letto, anziana, lucida ma non si può muovere e il fratello disabile, sulla sedia a rotelle. Questa persona, la sua vita, è servire, aiutare. E questo è amore! Quando tu ti dimentichi di te stesso e pensi agli altri, questo è amore! E con la lavanda dei piedi il Signore ci insegna ad essere servitori, di più: servi, come Lui è stato servo per noi, per ognuno di noi.

Dunque, cari fratelli e sorelle, essere misericordiosi come il Padre significa seguire Gesù sulla via del servizio. Grazie.
(Udienza del 12 marzo 2016)

=============


CELEBRAZIONE GIUBILEO DEGLI SCOUT ABRUZZESI DEL 05/06/2016


adultiscout 12/03/2016

Carissimi fratelli scout,
vi riporto l’invito che l’Agesci della Regione Abruzzo rivolge a tutte le associazioni scout rappre-sentate in regione, AGESCI, CNGEI, Associazione Italiana Guide e Scout d’Europa Cattolici della Fe-derazione dello Scoutismo Europeo, per vivere insieme una occasione di ritrovarsi tutti uniti per vivere un forte momento di fede e di condivisione, nell’anno del Giubileo della Misericordia.

In data 5 Giugno 2016 presso il Santuario di San Gabriele ad Isola del Gran Sasso i ragazzi e i capi dei Gruppi scout e gli Adulti Scout delle Comunità Masci d’Abruzzo, saranno protagonisti del Giubi-leo degli Scout Abruzzesi, nel quale rifletteremo sul tema della Misericordia.
Per dare maggior eco alle parole di Papa Francesco “Misericordia: è la legge fondamentale che abita nel cuore di ogni persona quando guarda con occhi sinceri il fratello che incontra nel cam-mino della vita”, e per vivere una vera occasione di fratellanza, vi invito caldamente a prender parte a questa giornata insieme ai fratelli scout delle associazioni giovanili.

Vogliamo impegnarci perché questo evento sia vissuto come reale occasione di riflessione e di impegno sui temi della Misericordia; e raccogliamo il suggerimento predisposto dai Responsabili Regionali e l’Assistente Ecclesiastico dell’Agesci che hanno proposto alle Comunità Capi una trac-cia con al centro la Bolla di indizione del Giubileo della Misericordia, Misericordiae vultus, di Papa Francesco.
Vi rinvio tale traccia, sperando possa essere uno strumento di riflessione per gli A.S., in parallelo all’itinerario di catechesi che già abbiamo lanciato all’ultimo Consiglio Regionale di Teramo.

Vi riporto qui di seguito gli orari di massima della giornata che, come preannunciato, si svolgerà presso il Santuario di San Gabriele ad Isola del Gran Sasso, predisposti dall’organizzazione:

ore 09.00 : arrivo dei gruppi ed animazione musicale;
ore 10.30 : introduzione alla giornata a cura di Padre Davide Brasca, A.E. Generale dell’AGESCI;
ore 11.00 : celebrazione della S. Messa;
ore 12.30 : Pranzo al sacco;
ore 14.00 : Ritrovo degli A.S. nella cripta del Santo, per un momento di riflessione coordinato dalla
Com. di Teramo 1 (nello stesso tempo i ragazzi delle associazioni giovanili, si riuni-ranno
per le loro attività di Branca);
ore 15.30 : Ritrovo in plenaria, animazione e passaggio attraverso la Porta Santa (che si
svolgerà divisi per Gruppi Scout e Comunità di appartenenza).

Attraversata la Porta Santa, i Gruppi e le Comunità potranno ripartire riprendendo i propri mezzi.

Queste le prime informazioni logistiche:

• Le ISCRIZIONI alla giornata saranno centralizzate e coordinate dalla segreteria regionale dell’Agesci, e potranno essere effettuate di Comunità telefonando alla Segreteria Regionale Age-sci, aperta tutti i pomeriggi dalle 15 alle 19, numero di telefono 085.4503239.
Le iscrizioni apriranno il giorno 01/04/2016 e chiuderanno il giorno 15/05/2016.
Al momento dell’iscrizione si dovrà indicare:
o il numero totale dei partecipanti;
o Numero e tipologia dei mezzi che si utilizzeranno per l’arrivo a San Gabriele;
o Il nominativo ed i recapiti di un referente per la Comunità;
o Presenza A.S. con disabilità ed esigenze particolari.
Comunicare la medesima iscrizione anche al Segretario Regionale in carica e al referente regio-nale del Masci per l’evento Paride Massari via mail all’indirizzo abruzzo@masci.it e/o per telefono al num. 347.7821732.

• La QUOTA di partecipazione è di euro 2,00 a persona. Sarà necessario effettuare il pagamento delle quote raccolte per Comunità al momento dell’iscrizione tramite bonifico bancario alle se-guenti coordinate: IBAN: IT69M0335901600100000065748 Intestato a "Comitato Regionale AGE-SCI Abruzzo" Causale: Giubileo, Associazione MASCI, Comunità xxxxxx, n. partecipanti xxxxx.

• Nei giorni successivi all’iscrizione, il referente della Comunità riceverà una comunicazione con allegati dei BADGE da stampare e posizionare in modo visibile sui mezzi di trasporto utilizzati; la presenza di questi badge consentirà di parcheggiare gratuitamente nel piazzale del Santuario.
L’assenza di questi badge non consentirà l’utilizzo del parcheggio gratuito.

• Il PRANZO è al sacco e sarà gestito in autonomia dalle Comunità; non sarà possibile cucinare in loco.

Fraternamente, Paride
Allegati: Invito   traccia  

Pagina 3 di 62  < indietro avanti >
Archivio attività regionali






“L’educatore è colui che sa leggere negli occhi dei suoi giovani quel mondo nuovo che è già nato."

(don Lorenzo Milani)

SPAZIO APERTO
Documento Sviluppo Abruzzo Invito al censimento 2015

PREGHIERE
IL PANE DELLA FRATELLANZA Lo sguardo (Michel Quoist) I soliti fessi... 24 domande e risposte a Madre Teresa di Calcutta Ricevi, o Signore...
 
MASCIABRUZZO.IT - Movimento Adulti Scout Cattolici Italiani - Webmaster Massimiliano Orfei © 2008