Il Campo della Comunità di Teramo
a Pagliara di Isola del Gran Sasso

 

La Comunità MASCI di Teramo ha portato a termine una serie di obiettivi attraverso il suo campo svoltosi a Pagliara, che permetteranno una ripresa di attività con linee da seguire già tracciate.

L'incontro con le altre Comunità MASCI d'Abruzzo a Santo Stefano di Sessanio è stato uno di questi: gli adulti scout hanno dimostrato di voler riscoprire i migliori borghi d'Abruzzo per portarli all'attenzione di quanti sono ormai alla ricerca di ambienti in cui storia, natura, cultura e dimensione umana si fondono in un concetto solo.

In quell'incontro, dalle parole dell'esperto Aurelio Manzi del Parco Nazionale del Gran Sasso, gli adulti scout hanno potuto riflettere sulle rarità presenti nelle nostre montagne che meritano di essere riportate ad uno studio e ad una riflessione, come le piante officinali che contengono elementi necessari ad un equilibrio del sistema nervoso, come altre sostanze che svolgono una funzione regolatrice dell'intero organismo.

Ecco allora che la natura può, se rispettata e conosciuta convenientemente, tornare ad essere alleata dell'Uomo: anzi può esprimere delle opportunità, tali da rendere vivibile l'esistenza dell'Uomo contemporaneo, ancora alla ricerca affannosa di condizioni per essere felice, senza sapersi guardare dentro ed attorno a sé.

Mi pare ci siano tutti i presupposti perché Santo Stefano di Sessanio torni ad essere teatro per incontri tematici e gli adulti scout possano finalmente fruire della splendida “Casa del Capitano” come luogo per le proprie riunioni.

Un argomento su cui soffermarsi e sviluppare adeguatamente, può essere quello del ritrovato equilibrio fra l'Uomo ed il suo ambiente, verso cui si rivolge non più per sfruttarlo o per “valorizzarlo”, ma per ascoltarlo e stabilire con lui una nuova sintonia ed un diverso approccio, fondato sul senso di una coesione autentica con i profumi, i colori , i sapori che un ambiente incontaminato è in grado di donare ad occhi non fuggitivi e superficiali, ma attenti e desiderosi di apprendere.

La presenza delle Comunità di Pescara 1, di Avezzano e di Lanciano ha offerto alla Comunità di Teramo uno stimolo per continuare, ma soprattutto per proporre all'intero MASCI abruzzese, un itinerario che ha tutte le credenziali per aggiungere un ulteriore tassello alla costruzione dell'identità dello scout adulto: una persona in armonia con il Creato, che trae alimento da ambienti che gli ricordano un suo ruolo, che è quello di fari propagatore di uno stile di vita semplice, ma ricco si spiritualità e di consapevolezza dei valori più profondi.

Di ritorno da Santo Stefano di Sessanio, nel corso della celebrazione della S .Messa al Campo, gli adulti scout di Teramo hanno solennemente firmato la Carta di Comunità ed hanno così intrapreso un nuovo ciclo, fondato su un impegno che vorranno dedicare al senso dell'esistere in adesione ai principi del Cristianesimo.